CASEIFICIO FERRETTI SRL


Socio del Consorzio Grana Padano


Il rispetto della tradizione con il valore della sostenibilità.


 
 
 




Cinzia Ferretti continua a produrre Grana Padano come faceva il padre, esperto casaro, ma ha investito nel risparmio energetico e in comportamenti socialmente responsabili.


Quello del casaro è un mestiere antico. Un mestiere che necessita di preparazione, formazione e soprattutto di passione. Con la passione ereditata da mio padre Carlo, da sempre entusiasta di questo lavoro, ho proseguito l’attività del caseificio. Sin da piccola sono stata una spettatrice attenta, ho osservato e poi imparato cercando di ripetere i gesti di mio padre. Riusciva a lavorare il latte trasformandolo in forme perfette di Grana Padano perfette aroma e sapore. Così Cinzia Ferretti, titolare di un caseificio a Orzinuovi, in provincia di Brescia, racconta come la produzione di Grana Padano sia da sempre una questione di famiglia. Una tradizione da rispettare ma anche da gestire in chiave più moderna, al passo con i tempi che cambiano.Ho iniziato a occuparmi del caseificio, nel 2011, e ha avviato diversi interventi di rinnovamento per aggiornarlo dal punto di vista tecnologico.

 

L’ATTENZIONE ALL’ AMBIENTE E ALLA SICUREZZA SUL LAVORO
since 1964


La sostenibilità non è un solo un fattore economico. Sostenibilità vuol dire rispetto dell’ambiente del territorio e delle sue risorse: un nuovo traguardo da raggiungere per Cinzia Ferretti, una spinta a muoversi anche in questa nuova direzione. «Sono molto attenta all’ ambiente e al consumo energetico per questo ho realizzato impianti solari e ho investito in tecnologie sostenibili per il risparmio energetico negli impianti di produzione. Per l’acquisto della materia prima Cinzia ha selezionato i fornitori in base alla qualità del latte, ma anche al rispetto delle norme sul benessere animale. Grande attenzione anche alla sicurezza e alla creazione di un ambiente di lavoro sereno per il personale meccanizzando il più possibile per alleggerire il lavoro manuale, sia nella produzione che nel magazzino di stoccaggio.

Le diverse fasi di lavorazione nel Caseificio Ferretti
SI LAVORA IL LATTE COME SI FACEVA UNA VOLTA

 

L’esperienza e l’arte casearia è rimasta invece immutata in una fase di lavorazione del latte. Ho addestrato il personale a rispettare questa tradizione, così ,come si faceva una volta. Non abbiamo mai fretta ed è anche questo il segreto per produrre un buon formaggio». Il caseificio produce circa 100 forme di Grana Padano lavorando circa 600 quintali di latte al giorno ed è dotato di un magazzino con una capacità di stoccaggio da 45mila forme.

 
 

Un formaggio con il
passaporto per il mondo


L’ultimo progetto avviato è quello delle certificazioni, dalla qualità alle norme igienico sanitarie, fino alla rintracciabilità. Il caseificio è certificato BRC e IFS e il formaggio prodotto ha rintracciabilità certificata ISO22005 e certificato BENESSERE ANIMALE, le certificazioni garantiscono la sicurezza agroalimentare valide a livello internazionale che consentono di commercializzare con tutte le garanzie. «Rappresentano il modo migliore di accreditarci verso il consumatore finale nazionale e internazionale. Servono a documentare e a rendere trasparente e anche rintracciabili tutte le fasi di lavorazione del formaggio. Ai miei dipendenti dico sempre che stiamo producendo un buon formaggio – aggiunge Cinzia – e che ora ha anche il passaporto per viaggiare nel mondo».

Contatti






Caseificio Ferretti srl


Via Verolanuova, 72/74 - 25034 Orzinuovi (BS)



tel: 030942741 fax: 030944239
info@caseificio-ferretti.it - Caseificio
caseificio.ferretti@legalmail.it - Pec